Joasaf Krokovs'kyj nella poesia neolatina dei suoi contemporanei

Joasaf Krokovs'kyj nella poesia neolatina dei suoi contemporanei

di Giovanna Siedina

Nel volume vengono pubblicate per la prima volta nell'originale latino e in traduzione italiana le più rappresentative opere poetiche neolatine in onore di Joasaf Krokovs'kyj (ca. 1648-1718), rettore dell'Accademia Mohyliana di Kiev, Archimandrita del Monastero delle Grotte e Metropolita di Kiev. L'analisi di questi componimenti poetici dedicati ad una figura poco studiata e poco conosciuta, ma di notevole importanza per lo sviluppo dell'istruzione e della chiesa ortodossa ucraina, testimonia che l'insegnamento della poetica e della retorica ha svolto un ruolo di primaria importanza per lo sviluppo del genere encomiastico nella letteratura ucraina dei secoli XVII-XVIII. Inoltre la presente ricerca, mettendo in luce i legami della poesia neolatina ucraina oltre che con la letteratura latina, anche con quella neolatina europea, sia nella concezione del carmen heroicum che nella condivisione di ideali umanistico-rinascimentali, mostra che la letteratura ucraina dei secoli XVII-XVIII non era separata da quella europea, che aveva le sue radici nella cultura classica, ma dialogava fecondamente con essa.