Musica eterna. La storia dei Dead Can Dance

Musica eterna. La storia dei Dead Can Dance

di Christian Amadeo

Nascita, morte. Resurrezione. La vita che anima ciò che era inanimato.

Dead Can Dance: il morto che può danzare, la vita che si impossessa dell'essere inerme. Dualismo, due opposti che si susseguono, intrecciano, intersecano. Come le due anime dei Dead Can Dance, Brendan Perry e Lisa Gerrard, diverse e magnificamente complementari. Difficile spiegare a parole la musica della celebre band anglo-australiana, impossibile etichettarla. Si può però ripercorrerne la storia, cercando di comprendere da essa come nascano composizioni fuori dal tempo e dallo spazio. Ricercare tra parole, simboli, immagini e note. È la miglior comprensione, insieme a un ascolto che provoca sensazioni estatiche ed empatia, che tocca nel profondo dell'animo; voci terrene e ultraterrene che accarezzano, avvolgono e sferzano. Le vicende.

I dischi. I concerti. I progetti solisti.

L'importanza di una formazione entrata a pieno titolo nel novero degli artisti più amati e rispettati di sempre. Nessun confine, nessuna frontiera, nessun luogo. Ovunque, fuori dal mondo. Entità astratta e per questo eterna. Musica eterna.

  • Editore: Tsunami
  • Categorie: Cinema
  • Edizione: 2017
  • Collana: Gli uragani
  • Ean: 9788894859010
  • Pagine: 270 p., ill.
  • In Commercio Dal: 22/06/2017